Loading…
Pesce pagliaccio

#Fotosub: consigli per le vostre foto nel blu

Quello della fotografia subacquea è probabilmente l’hobby più naturalmente collegato a quello delle immersioni, perchè una volta viste le meraviglie che nasconde il fondo marino, l’unica cosa che si vuole è riportare con noi l’eterno ricordo.

Si certo, tutto molto bello, ma, soprattutto all’inizio, dovremmo prepararci anche a delle belle frustrazioni!

Se da un lato sarete finalmente in grado di portarvi a casa dei souvenir delle immensioni, aggiornare le vostre foto sui social per sembrare davvero fighi e partecipare ai concorsi fotografici con immagini decisamente meno banali dei soliti gattini… dall’altro dovete essere pronti a dedicare tempo (ed anche qualche denaro) per padroneggiare l’arte della fotografia subacquea.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Luisa Albezani, che ha deciso di dedicarsi totalmente a questa passione.

Quando è nata la passione per il mare?

In realtà è difficile capire quando nasce la passione per il mare, probabilmente da sempre.
Sicuramente mi è più facile dire quando è diventato un modo di vivere…
da quando ho iniziato a capire cosa si nascondeva sotto la superficie, sin dal mio battesimo subacqueo!

Quando hai scattato la tua prima fotografia subacquea?

Ho sempre avuto un modo particolare di vivere le mie immersioni in modo diverso da tanti. Trascorrevo il mio tempo nel blu cercando un’ attività che attirasse la mia attenzione.
Poi un giorno nel mare di Albenga mi sono trovata davanti ad una stella marina, che forse per gli altri era normalissima, ma per me aveva qualcosa di speciale.
Porto ancora oggi quella foto per ricordarmi che quello che amo nella fotografia è cercare di mettere in un’immagine il mare come lo vedo io!

I tuoi consigli utili per dei giovani aspiranti fotografi subacquei?

Bella domanda!
In realtà ci sono un mondo di sfumature.
Direi sicuramente l’UMILTA‘ di confrontarsi con gli altri ed imparare da tutti.
Secondo consiglio è lo STUDIO perchè alla base di ogni fotografia esiste uno studio dell’immagine e delle tecniche. Poi viene la COSTANZA, dietro ad un fotografo ci sono centinaia di scatti buttati, scartati, delusioni e piccoli miglioramenti che prima o poi premiano il nostro lavoro.
Ed infine l‘ETICA AMBIENTALE, un’ attenzione particolare secondo me deve essere data alla capacità del fotografo di trovare e rappresentare il mondo marino senza interferire.

Quindi ottimo assetto, tanto lavoro e non si tocca nulla per nessun motivo!

Ultima curiosità: che attrezzatura usi?

MACCHINA FOTOGRAFICA MIRRORLESS OLYMPUS OM-D E-M5 MARK II
HOUSING EASYDIVE LEO3WI
2 FLASH SEA&SEA

La macro fotografia è la mia passione, mi piacerebbe con il tempo sperimentare altri obiettivi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: